La pagina delle buone notizie

           In questa sezione inserirò quelle che mi sembrano buone notizie, naturalmente dal mio punto di vista.

            Le notizie sono tratte da varie fonti e messe senza alcun commento, esattamente come le ho trovate

   

 


Storia della lupa Isabel

prigioniera e poi libera

di PIERO GENOVESI      (tratto da repubblica)

Era caduta in una presa d'acqua sul lago Brasimone
gli operatori l'hanno curata e rilasciata


BOLOGNA - La neve, che è caduta abbondante in Appennino nelle scorse settimane, ha formato accidentalmente una micidiale trappola; proprio a causa del manto nevoso una lupa è infatti caduta in una presa d'acqua di un pozzo profondo oltre 3 metri - sulla riva del Lago Brasimone e vi è rimasta intrappolata.
Avvisati da alcuni abitanti della zona, che avevano visto l'animale oramai sfiancato dagli inutili tentativi di uscire dal pozzo, gli operatori del Centro tutela e ricerca fauna esotica e selvatica di Monte Adone sono immediatamente intervenuti ed hanno addormentato la giovane femmina, che presentava oramai i sintomi di congelamento, per trasportarla nelle strutture del centro.
Dopo le prime cure, la sfortunata lupa, ribattezzata Isabel, è stata quindi visitata dal responsabile veterinario dell'Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica, che ne ha accertato età, condizioni fisiche e potenzialità di recupero. Si trattava di una giovane femmina di circa 10 mesi di età e 25 kg di peso, in buone condizioni fisiche.
Il lupo è una specie strettamente protetta in tutta Europa e, anche se negli ultimi decenni è in notevole ripresa nel nostro Paese, questo predatore è ancora minacciato. Si stima che attualmente in tutta la penisola siano presenti circa 500-700 lupi ed ogni anno sono decine gli individui sterminati dai bracconieri. Ogni individuo è quindi prezioso e per questo si è deciso - di concerto con il personale della Provincia di Bologna e con la consulenza scientifica del prof. Luigi Boitani e del Dott. Paolo Ciucci, massimi esperti italiani di biologia del lupo - di liberare Isabel rapidamente, in modo da ridurre al minimo lo stress della cattività.
Il lupo è un animale strettamente territoriale e vive in piccoli branchi sociali; per questo era necessario liberare Isabel all'interno del territorio del suo branco, in modo da rendere possibile il reinserimento nel nucleo familiare di origine. La femmina è stata quindi trasportata in una valle isolata e tranquilla del Parco dei Due Laghi, dove è stata liberata nelle prime ore della sera, quando l'area è meno frequentata dagli escursionisti. Ad Isabel è stato anche messo un radiocollare satellitare, che si spera potrà permettere di seguirne gli spostamenti, aiutando a capire di più del comportamento e dell'ecologia di questo elusivo predatore.

(11 marzo 2005)            IL video

 

Milano, 18:50

I NO GLOBAL BEFFANO LE PASSERELLE MILANESI

Doveva chiudere le sfilate del pret-a-porter milanese e invece Serpica Naro, misteriosa stilista anglo-giapponese, si e' rivelata una beffa architettata dai no-global. Certo nessuno degli organizzatori aveva intuito che dietro a quel nome sconosciuto si celava in realta' l'anagramma di San Precario, il patrono creato dai lavoratori occasionali. Per fare in modo che i responsabili della Camera Nazionale della Moda non subodorassero l'inganno, gli organizzatori della burla hanno pensato bene di creare un sito web dedicato alla creativa - con le foto dei suoi capi e gli articoli pubblicati dalle piu' importanti riviste di moda internazionale -, hanno allestito un vero e proprio ufficio stampa e diffuso in internet gli indirizzi dei suoi fantomatici show-room. Per rendere il tutto ancora piu' credibile i precari hanno anche inscenato una finta polemica (combattuta a suon di comunicati on-line) contro la Naro, rea di aver sfruttato gli spazi adiacenti al centro sociale "Pergola" - in realta' base operativa di tutta l'operazione - e di aver monopolizzato la comunita' omosessuale giapponese a scopo pubblicitario. Alle proteste dei no-global, annunciate per il giorno del vituperato defile', si è dunque sostituita l'inaspettata rivelazione cui e' seguita una sfilata del collettivo 'Chainworks', un marchio che riunisce diverse realta' autoprodotte.

FIRENZE: TAR RESPINGE RICHIESTA DI SOSPENSIVA ORDINANZA ANTI-SUV
 
Firenze, 25 feb. - (Adnkronos) - Il Tar ha respinto la richiesta di sospensiva dell'ordinanza del sindaco di Firenze che limita l'accesso alla ztl dei veicoli ingombranti, i cosiddetti Suv. Lo comunica una nota di Palazzo Vecchio. Stamani ne e' stata data comunicazione all'Ufficio legale del Comune. La richiesta era contenuta nel ricorso firmato dalle 21 case costruttrici e importatrici dei 'fuoristrada da citta'', che si erano rivolte al Tribunale amministrativo contro il provvedimento firmato dal sindaco il 27 dicembre scorso.
(Fas/Pn/Adnkronos)
 
25-FEB-05
16:19

                           

 

                    

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

home   chitarre   poesia e letteratura    link    hip hop   area scaricabili    blues       buone notizie   gadget shop  il lago   stasera si suona  niente resterà impunito  ricette folli  mai più senza  solidarietà  scrivi al sito